Hai Fatto Colazione?

L’importanza dei carboidrati prima dell’attività sportiva

La colazione rappresenta uno dei pasti più importanti per chi pratica attività sportiva, ancor più se si considerano sport come lo sci, l’arrampicata, le scalate e il trekking, praticate ad altitudini e in condizioni climatiche che richiedono al fisico un surplus energetico per funzionare al meglio.

Fare colazione evita anche il sovraccarico della digestione e permette di distribuire l’apporto calorico nell’arco della giornata.

Al mattino, i livelli di zuccheri nel sangue sono particolarmente bassi, per questo motivo, la colazione, come qualsiasi pasto pre-allenamento, deve essere ricca di carboidrati e povera in proteine e fibre, proprio per non appesantire lo stomaco. Per questi motivi, se ci si appresta ad allenarsi a pochi minuti dalla colazione (30-60min), sono da evitare cibi pesanti come le uova. Buona norma invece sarebbe assumere 75g di carboidrati 45 minuti prima di svolgere attività fisica. La regola madre è: più la colazione è vicina all’allenamento, maggiore può essere il suo contenuto in carboidrati semplici. Meglio ancora se gli zuccheri vengono assunti sotto forma di liquidi come ad esempio bevendo succhi di frutta, frullati, centrifughe o spremute fresche.

Una colazione ottimale per chi si prepara ad una giornata di sci o ad una scalata? Latte parzialmente scremato con 50g di fette biscottate e marmellata. L’alternativa? Yogurt bianco scremato con miele e cornflakes.

E il caffè? Non lo consiglia nessuno ma da buoni italiani, noi lo sappiamo fare meglio e berne una tazza fumante non può certo far male!