Chiudete gli occhi e immaginate il profumo del bosco, il calore di un caminetto acceso, il sapore dei piatti tipici della cucina valdostana preparati con amore seguendo antiche ricette. Immaginate un ambiente che fa subito “Chalet Alpino”, in cui ci si sente in perfetta armonia con gli arredi, con i colori e con le persone che lo animano. Ora apriteli… benvenuti all’Hotel Bucaneve. Ad accogliervi troverete il sorriso, la gentilezza, la disponibilità e il buon umore tipici di un ambiente famigliare.

L’atmosfera distesa e calorosa che contraddistingue l’Hotel è riscontrabile anche nei tanti servizi che vengono offerti a chi lo sceglie per trascorrere la propria vacanza ai piedi del Cervino. Oltre ad un ottimo ristorante, capace di deliziarvi con menù che variano ogni settimana, troverete, da quest’anno, la nuovissima “Vineria Bucaneve”: un vero e proprio scrigno di pietra e legno che racchiude le più prestigiose etichette vinicole. La selezione, personalmente curata dalla famiglia Maquignaz, offre un panorama prestigioso sul mondo del vino proponendo oltre 120 diversi blend abbinabili a salumi e formaggi valdostani di altissima qualità.

spaziatore2

Spa

Hotel Bucaneve SPAImperdibile poi la SPA dell’Hotel che, come la vineria, è aperta anche a chi non alloggia qui.

La scelta di servizi e trattamenti a disposizione per rendere indimenticabile il vostro momento dedicato al relax è davvero lungo. Si va da un prestigioso Hammam a due saune, dalla piscina riscaldata a 32 gradi alla vasca idromassaggio. E se dopo una giornata in alta quota ciò che desiderate è dedicarvi una vera e propria coccola, mani esperte sono al vostro servizio per trattamenti specifici e per rigeneranti massaggi viso e corpo.

Qui nulla viene lasciato al caso!

spaziatore2

Pasticceria on demand

Come ogni ambiente famigliare che si rispetti non poteva mancare, all’Hotel Bucaneve, l’aspetto dolce. Quello che richiama alla mente il giorno di festa, il momento di relax, la condivisione.

L’Hotel Bucaneve dispone a questo proposito di un particolare Angolo Pasticceria, aperto 24 ore al giorno, pronto a soddisfare ogni vostra inconfessabile voglia di dolcezza.
Un dolce break a metà mattina? Un pasticcino per togliersi lo sfizio? Una sacher “espressa” per un regalo dell’ultimo minuto? Qualunque sia il vostro desiderio qui sarà soddisfatto, sia che siate ospiti dell’Hotel, sia che veniate semplicemente catturati da questo innovativo servizio.

Il modo giusto per iniziare o finire la giornata perché al Bucaneve si respira aria di casa.

spaziatore2

Pinacoteca al Bucaneve

Hotel Bucaneve Pinacotheca

Claudio Mosele

Sono le opere di Claudio Mosele a trasformare l’Hotel Bucaneve in una sorta di pinacoteca alpina: i suoi quadri dialogano con l’ambiente, dando vita a quelle atmosfere di festa e folklore piene di calore che solo le realtà montane di nicchia possono regalare.

Nato nel 1963, Claudio ha scoperto l’amore per la pittura da bambino, ma ha iniziato a darle libero sfogo solo dopo il matrimonio. Le prime opere vennero infatti realizzate a puro scopo personale e facevano bella mostra nelle stanze di casa sua. Il suo impegno nella pittura, relegato al tempo libero, diminuì per alcuni anni a causa degli impegni lavorativi. Spronato dagli amici, imbattutisi per caso nelle sue creazioni, oggi ha riscoperto la voglia di cimentarsi in una nuova sfida, uscendo allo scoperto. Le incredibili capacità di Claudio e il suo stile unico sono liberamente ispirati a due pittori valdostani: Italo Mus e Franco Balan.

I soggetti dei suoi quadri traggono spunto dalla vita rurale, dai colori e dalle tradizioni della Valle d’Aosta. Mosele dipinge solo con le dita: non esistono né pennelli, né tavolozze. I colori a pastello sono miscelati direttamente sul cartoncino dove la rappresentazione naïf si unisce alla sperimentazione e alla ricerca per dar vita ad una collezione che oggi è esposta al Bucaneve ed è raccontata all’interno di un catalogo in uscita a dicembre 2015. Anche il critico d’arte newyorchese Nicola Fox Weber, che tra i suoi studi annovera una biografia di Le Corbusier, ha notato questi dipinti e non ha voluto perdere l’occasione di redigere un’accorata recensione che esprimesse approvazione e stima verso il lavoro di Claudio Mosele.